Dirigentiscuola-Puglia sindacato di dirigenti scolastici
IL CONSIGLIO DI STATO, IN SEDE CAUTELARE, RESPINGE L’APPELLO PER L’ANNULLAMENTO DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA REGIONE PUGLIA
Scritto da Redazione   
Mercoledì 09 Aprile 2014 06:00

Con ordinanza  emessa e depositata in data odierna, il Consiglio di Stato ha respinto l’istanza cautelare presentata da chi, non avendo superato il concorso, ne chiedeva  l’annullamento e quindi il rifacimento dell’intera procedura.
Per i magistrati di Palazzo Spada l’appello non è parso assistito da apprezzabili profili del fumus boni iuris, vale a dire  dell’apparenza del  sussistente diritto vantato dai ricorrenti prima davanti al TAR Puglia, poi appellanti davanti al Consiglio di Stato.
A parere dei nostri avvocati che hanno assistito i soci ad opponendum , e che hanno presenziato all’udienza di discussione del giorno prima, ciò costituisce incoraggiante indizio che nell’udienza di merito , ancora non calendarizzata, il Consiglio di Stato emanerà definitiva sentenza confermativa.Non  resta che attendere e sapendo che continueremo ad assistere i soci sino a che l’intera vicenda  non  avrà realizzato l’auspicata  favorevole conclusione.

Francesco G. Nuzzaci
Segretario regionale DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR
Email:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Cell.  335 5226462

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 09 Aprile 2014 23:40 )
 
COMUNICATO PER I VINCITORI DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO IN PUGLIA
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Venerdì 04 Aprile 2014 05:13

 

Voci che, confusamente, si rincorrono e si accavallano, magari alimentate ad arte da chi, incurante dell’umanamente comprensibile vostro stato di fibrillazione, vergognosamente, anzi, lo strumentalizza  pur di raccattare qualche delega, dicono dell’esistenza di un quarto ricorso in appello a firma dell’avvocato laziale Forte ; per chiedere – sempre nell’udienza per il giudizio cautelare dell’8 aprile p.v. davanti al Consiglio di Stato – il ribaltamento della sentenza del  TAR Puglia, n. 1186/2013, a voi favorevole, e quindi l’annullamento dell’intera procedura concorsuale che vi ha visti vincitori.

 
AVVISO PER I VINCITORI DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO IN ATTESA DI NOMINA
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Venerdì 04 Aprile 2014 05:12

Per mercoledì 16 aprile 2014, ore 15.30-19.30, nei locali dell’ITC di Maglie (Lecce) ,Via Don Sturzo 4,  si terrà il primo dei cinque incontri del Seminario di diritto scolastico.

Il Seminario sarà replicato a Bari per le restanti province pugliesi se, entro il 9 aprile p.v., sarà confermato il numero minimo delle 8-10 adesioni. Dell’eventuale data del primo incontro si darà notizia per tempo.

La cadenza dei predetti incontri è trisettimanale.

 

Francesco G. Nuzzaci,

Segretario regionale DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR,

email : dirigenti Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

cell : 335 5226462

 
OPERAZIONE PROCURA DELLA REPUBBLICA DI FOGGIA “ZERO IN CONDOTTA” FALSI TITOLI DI STUDIO - INDIZIONE URGENTE ASSEMBLEA DIRIGENTI SCOLASTICI
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Martedì 25 Marzo 2014 06:53

 

Molti articoli di stampa hanno dato notizia dell’operazione , denominata “ZERO IN CONDOTTA”, con la quale, la Procura di Foggia, sta svolgendo indagini in merito ad una temuta truffa riguardante l’uso di autocertificazioni e di titoli di studio/specializzazioni, falsi, da parte sedicenti insegnanti di sostegno, al fine di maturare indebiti punteggi e conseguire l’assunzione in ruolo. Ventidue le persone indagate e raggiunte da avviso di garanzia. La Guardia di Finanza, su disposizione del P.M., Dr. Alessio Marangelli, ha perquisito settantanove appartamenti e sequestrato diplomi e attestati di laurea che sarebbero stati rilasciati dalla LUMSA, dalla Sapienza di Roma e dalla Cattolica di Milano. Effettuati sequestri anche presso le istituzioni scolastiche.

L’USR Puglia, con nota prot. n. 3052 del 19 marzo 2014, ha ritenuto opportuno “ricordare” ai Dirigenti Scolastici gli adempimenti di loro competenza, da adottare urgentemente e con la massima riservatezza.

La Di.S.-Conf., DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR, allertata dai propri soci, analizzata la situazione, preso atto dei provvedimenti adottati e da adottare, tenendo presente i termini previsti per l’avvio dei procedimenti disciplinari, con l’obiettivo di rendere un servizio ai dirigenti scolastici UNIFORMANDO ATTI E PROVVEDIMENTI e FORNENDO LA NECESSARIA MODULISTICA, ha programmato un

incontro assemblea, aperta a tutti i dirigenti scolastici, soci e non soci,

SABATO 29 MARZO 2014 ALLE ORE 9.30 PRESSO L’I.C. “ALFIERI-GARIBALDI” - VIA GALLIANI – FOGGIA.

 

All’incontro parteciperà anche il Segretario Generale Nazionale Di.S.-Conf. e Aggiunto Confedir, Dr. Attilio Fratta, uno dei massimi esperti nazionali in materia di contenzioso e procedimenti disciplinari. E’ stato, altresì, invitato anche il Coordinatore dell’A.T.P. di Foggia, Dr. Matteo Fidanza.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (LOCANDINA ASSEMBLEA.pdf)LOCANDINA ASSEMBLEA.pdf98 Kb
 
DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR ORGANIZZA UN LABORATORIO DI DIRITTO SCOLASTICO PER I VINCITORI DI CONCORSO, DI PROSSIMA NOMINA
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Sabato 22 Marzo 2014 01:07

DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR

La stuttura regionale della Puglia di DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR organizza un        LABORATORIO DI DIRITTO SCOLASTICO PER I VINCITORI DI CONCORSO, DI    PROSSIMA NOMINA.

Esso è finalizzato a fornire gli strumenti operativi essenziali per affrontare con maggiore sicurezza e competenza le problematiche connesse alla nuova,iminente,condizione professionale.

La partecipazione al programma che segue è gratuita per gli iscritti  a  DIRIGNTISCUOLA e richiede il versamento, in un'unica soluzione,di un contributo per i non iscritti, a misura tale da compensare i soli costi del materiale fornito  e il solo rimborso delle spese sostenute dai relatori-conduttori degli incontri, forfetariamente quantificabile in euro 150,00 pro-capite.

Considerato che , al momento, sono già pervenute circa 15 iscrizioni di residenti nella provincia di Lecce,potrà a breve avviarsi un primo corso che ,presumibilmente, avrà sede    in  MAGLIE, preannunciandosi la disponibilità a replicarlo in una o più restanti sedi  nella regione, in relazione al numero e alla provenienza di coloro che decideranno di iscriversi.

Al riguardo, per tutti gli interessati che ancora non si sono prenotati il termine di adesione è fissato al 31 marzo 2014, inviando un'email a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , ovvero telefonando al 335 5226462.

Per il programma dei lavori segue file pdf in ALLEGATO

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (programma_lab  sabato.pdf)programma_lab sabato.pdf210 Kb
 
INCONTRO DI FORMAZIONE PER I NEO DIRIGENTI SCOLASTICI
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Sabato 22 Marzo 2014 00:54

DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR

Struttura territoriale della Puglia

Segretario Regionale Francesco G. Nuzzaci

email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

cell. 335 5226462

 

 

INCONTRO DI FORMAZIONE PER I NEODIRIGENTI SCOLASTICI

 

Dopo l'incontro preliminare del 18 marzo u.s.,corrispondendosi a quanto concordato con i colleghi ivi presenti, martedì 1 aprile 2014,dalle ore 15.30 alle ore 19.30, nell'Aula Magna dell' I.T.C.“Cezzi”, Via Luigi Sturzo, MAGLIE, avrà luogo il primo incontro di formazione per neodirigenti scolastici nel quadro di un percorso parallelo a quello istituzionale in atto, per rinforzare l'accompagnamento all'esercizio della funzione.

Con cadenza mensile, muovendo da istituti normativi di valenza strategica e/o di frequente applicazione, ogni incontro si strutturerà secondo la tecnica dei casi, con un approccio essenzialmente pragmatico e, all'occorrenza, con il supporto dell'inerente modulistica.

Come convenuto, la prima tematica affrontata sarà :

 

La gestione del contenzioso disciplinare e gli strumenti d'intervento nelle ricorrenze ano-

male: i provvedimenti cautelari; l'incapacità didattica e il persistente insufficiente rendi-

mento; l'inidoneità per ragioni di salute.

 

Condurrà l'incontro il dirigente scolastico Francesco G. Nuzzaci.

La partecipazione è gratuita ed è riservata agli iscritti a DIRIGENTISCUOLA  e a coloro che, presentandosi in loco, vorranno iscriversi all'Associazione sindacale.

 
COMUNICATO URGENTE PER I VINCITORI DEL CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA REGIONE PUGLIA
Scritto da Redazione   
Sabato 15 Marzo 2014 22:31

Siamo venuti a conoscenza che l’8 aprile p.v. il Consiglio di Stato ha fissato l’udienza per discutere la richiesta di sospensiva della sentenza con cui il TAR Puglia a suo tempo ha respinto il ricorso di un gruppo di candidati che non avevano superato le prove scritte.

L’accoglimento della predetta sospensiva, a quanto è dato sapere, comporterebbe, come da richiesta principale, l’annullamento dell’intera procedura concorsuale per difetto di composizione della commissione esaminatrice del concorso a dirigente scolastico della regione Puglia, con evidente pregiudizio di coloro che hanno già conseguito la nomina ed esercitano la funzione, unitamente a coloro che dovrebbero entrare nei ruoli il 1° settembre 2014 e, de residuo, il 1° settembre 2015, attesa la trasformazione ad esaurimento della graduatoria, susseguente all’emendamento proposto da DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR ed accolto in sede di conversione in legge del decreto 104/13.

E’ ragionevole presumere che il Consiglio di Stato si pronuncerà negativamente, per riservarsi di decidere nel merito in quanto, se già appare discutibile la sussistenza del fumus boni iuris, sembra palesemente difettare l’altro contestuale presupposto del pregiudizio grave e irreparabile. Ma ben comprendiamo l’ansia dei vincitori del più selettivo dei concorsi per accedere alla dirigenza, ed in ogni caso è bene cautelarsi.

Per queste ragioni DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR intende tutelare, ai massimi livelli, i vincitori di concorso propri iscritti e coloro che si iscriveranno all’Associazione, mettendo a disposizione gratuitamente i suoi legali per la costituzione in giudizio,  entro il 31 marzo p.v., come controinteressati e/o ad opponendum.

A tal fine, per una pronta ed efficace organizzazione della procedura, tutti gli interessati potranno far pervenire la loro inerente volontà alla sede centrale di Foggia, Via Luigi Pinto 87, comunicandola per email ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), ovvero per fax (0881 748615), cui  faranno tempestivamente seguito le istruzioni  per  la sottoscrizione del mandato.

Leggi tutto...
 
VISITE ISPETTIVE IN TEMA DI SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO E RESPONSABILITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO.
Scritto da Redazione   
Sabato 08 Marzo 2014 21:56

SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

Si informano i colleghi che nel numero di FEBBRAIO della rivista telematica  “Scuola & Amministrazione” figura un articolo di Pasquale Annese, intitolato  “Sicurezza nei luoghi di lavoro: visite ispettive e responsabilità del dirigente scolastico”.

I colleghi, sia quelli di lungo corso che i neo vincitori di concorso, potranno trovarvi preziosi suggerimenti su come (provare a) circoscrivere le proprie personali responsabilità, di natura penale, rivenienti dalla loro qualifica di datori di lavoro.

L’argomento, purtroppo, riveste connotati di stringente e crescente attualità, perché gli organi ispettivi-accertatori (il dipartimento SPESAL delle aziende sanitarie locali e i comandi provinciali dei VV.FF., per quanto di rispettiva competenza), in tempi di carenza di risorse finanziarie, hanno individuato nei dirigenti scolastici un sicuro bancomat da cui rifornirsi.

Solo nell’appena decorso mese di febbraio ben tre nostri soci pugliesi – per i quali sono state prontamente attivate le tutele previste dal programma assicurativo del Sindacato e apprestata la dovuta consulenza – ci hanno  partecipato le ispezioni, nelle loro scuole (ovviamente non preannunciate), dei vigili del fuoco, cui sono seguiti i canonici verbali di prescrizione.

Per questa ragione la spinosa materia è stata ripresa ed integrata da un contributo del segretario regionale Francesco G. Nuzzaci, che appare nel numero di MARZO della predetta rivista.

L’abbonamento, del costo annuo di euro 45,00, potrà essere sottoscritto inviando una email a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Pubblichiamo un abstract dei due articoli i cui testi completi sono disponibili (in abbonamento) sul sito della rivista http://www.scuolaeamministrazione.it


Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (VISITE ISPETTIVE ANNESE.pdf)VISITE ISPETTIVE ANNESE.pdf316 Kb
Scarica questo file (VISITE ISPETTIVE NUZZACI.pdf)VISITE ISPETTIVE NUZZACI.pdf409 Kb
 
CHIESTA AL DIRETTORE DELL'USR PUGLIA L'INFORMATIVA SINDACALE SUL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Domenica 02 Marzo 2014 07:25

informativa sindacale concernente il collocamento in quiescenza dei dirigenti scolastici

1) sul numero complessivo dei dirigenti scolastici attualmente in servizio nella Regione che hanno maturato e/o matureranno per il prossimo l’A.S. 2014/2015 i requisiti per il collocamento in quiescenza alla stregua della normativa vigente in materia,;

2) sul numero complessivo dei dirigenti scolastici attualmente in servizio in Puglia che hanno maturato il requisito dei 40 anni di anzianità contributiva;

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Dirigentiscuola Puglia richiesta informativa all'USR.pdf)Dirigentiscuola Puglia richiesta informativa all'USR.pdf335 Kb
 
Una bellissima iniziativa: IL GIORNO DELLA MEMORIA
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Domenica 09 Febbraio 2014 06:54

 

Riceviamo dai soci  e volentieri pubblichiamo.  I colleghi Pietro Loconte e Paolo soldano, hanno celebrato in Vieste il Giorno della Memoria  tra letteratura, testimonianze e musica, coinvolgendo realtà territoriali.

Commemorare la Giornata della memoria non è solo un dovere istituzionale,  è un preciso dovere civico e morale di ogni comunità educante Così si sono espressi due nostri soci Dirigenti Scolastici: il Prof. Pietro Loconte della Scuola secondaria di I grado “Alighieri-Spalatro” e il Prof. Paolo Soldano dell’Ipssar “E. Mattei” e del IISS “Fazzini-Giuliani” di Vieste (fg),

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (IL GIORNO DELLA MEMORIA.pdf)IL GIORNO DELLA MEMORIA.pdf312 Kb
 
PIANO ANTICORRUZIONE e PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA rinvio al il 31.agosto.2014
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Mercoledì 29 Gennaio 2014 19:12

L’avevamo detto, e l’avevamo pure comunicato. Con una presa di posizione forte, ma motivata. Motivata da bel sei ragioni per le quali la normativa anticorruzione e trasparenza, e relativi adempimenti, era di fatto inapplicabile nelle scuole (vedasi articolo sulla home page del sito nazionale del 20 gennaio 2014 ‘SEI BUONI MOTIVI PER RITENERE NON APPLICABILE TALI PIANI ALLE SCUOLE’).

Niente PIANO ANTICORRUZIONE  e relativa nomina del responsabile anticorruzione, dilazione al 31 agosto 2014 per la redazione del PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA e contestuale nomina del responsabile. Nelle more di una circolare chiarificatrice del <MIUR>, pare di imminente pubblicazione, per le ragioni di cui sopra, ribadiamo la posizione del sindacato circa l’inapplicabilità alle istituzioni scolastiche della suddetta normativa. In questi giorni di convulsa e caotica applicazione della norma,  ci conforta il fatto di aver dato ai soci, anche nei seminari svoltisi sul tema, indicazioni rivelatesi poi corrette in merito all’inapplicabilità della suddetta normativa, prefigurando illo tempore una circolare esplicativa nell’imminenza dell’originaria scadenza del 31 gennaio 2014.

IL SEGRETARIO REGIONALE

FRANCESCO G.NUZZACI

 
SPOSTATO AL 29 GENNAIO IL PREVISTO INCONTRO DI FORMAZIONE A FRANCAVILLA FONTANA
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Sabato 25 Gennaio 2014 23:20

"...Si informano le istituzioni scolastiche delle province di TARANTO e di BRINDISI che,per ragioni di ordine organizzativo,l' incontro di formazione,già calendarizzato per il 28 gennaio,viene posticipato a MERCOLEDI' 29 GENNAIO 2014.

Compatibilmente con i propri impegni istituzionali,ha assicurato la propria presenza,per un saluto dell'Amministrazione,il dr. Vincenzo Melilli,dirigente dell'Ambito territoriale di Brindisi"...

 
L'USR PUGLIA PUBBLICA E DA NOTIZIA DEI SEMINARI DI FORMAZIONE ORGANIZZATI DALLA DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Mercoledì 22 Gennaio 2014 06:13

Ringrazio la dr.ssa Cammalleri,vicedirettore generale USR Puglia,per l'avvenuta pubblicazione degli incontri di studio-formazione su Trasparenza e Piano anticorruzione,che la struttura regionale della DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR terrà  nella regione il 23,24,27 e 28 gennaio 2014,aperti alla libera partecipazione dei dirigenti e dei docenti figuranti nella graduatoria dei vincitori di concorso a dirigente scolastico.

 

 

D.S. Francesco G. Nuzzaci,

Segretario regionale DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (LOCANDINA.pdf)LOCANDINA.pdf449 Kb
 
LA CORTE COSTITUZIONALE DICHIARA LEGITTIMO IL BLOCCO DELLE RETRIBUZIONI NEL PUBBLICO IMPIEGO: MA QUALCUNO E’ PIU’ UGUALE DEGLI ALTRI!
Scritto da Redazione   
Lunedì 20 Gennaio 2014 04:37

Fonte

RIVISTA SCUOLA & AMMINISTRAZIONE NIKEDITRICE

 

La Corte costituzionale

In un prezioso libretto d’una decina di anni fa,scritto a più mani dai suoi stessi protagonisti per gli studenti della scuola secondaria superiore,si dice che la Corte costituzionale è un giudice molto particolare.

Lo è,anzitutto, per la sua composizione: quindici esperti tecnici del diritto,di cui cinque magistrati di carriera,appartenenti alle supreme magistrature e dalle medesime designati(tre espressi dalla Corte di cassazione,uno ciascuno dal Consiglio di Stato e dalla Corte dei conti),dieci professori universitari ordinari e/o avvocati con almeno vent’anni di esercizio,per una metà eletti dal Parlamento,per l’altra nominati dal Presidente della Repubblica,normalmente in funzione di integrazione e di riequilibrio rispetto alle scelte effettuate dalle due Camere in seduta comune.

In tal modo la Corte costituzionale si vuole che sia lo specchio il più possibile fedele del pluralismo politico,giuridico e culturale del Paese. Perché,a differenza dei comuni organi giudiziari(ordinari,amministrativi,contabili e delle giurisdizioni speciali),non è propriamente chiamata ad applicare le leggi( il che,peraltro,non costituisce un’operazione soltanto tecnico-giuridica),bensì a giudicarne la conformità alla Costituzione,con valutazioni che – sebbene pronunciate in punto di diritto – richiedono,in senso lato,una sensibilità “politica”,che si alimenta di un dialogo costante con i giudici comuni e – non meno – con le supreme istituzioni politiche esercitanti il potere legislativo: il Parlamento,espressione della generale sovranità popolare,ma anche il Governo-legislatore,che invece – nell’interpretare gli interessi generali – è comunque espressione di una maggioranza politica(nonché,e pur sempre,datore di lavoro nel pubblico impiego).

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (LA CORTE COSTITUZIONALE DICHIARA LEGITTIMO IL BLOCCO DELLE.pdf)LA CORTE COSTITUZIONALE DICHIARA LEGITTIMO IL BLOCCO DELLE.pdf322 Kb
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Febbraio 2014 08:31 )
Leggi tutto...
 
PIANO ANTICORRUZIONE e PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA in scadenza il 31.01.2014. Sei buoni motivi per ritenere non applicabile tali piani alle scuole! Restano fermi, invece, gli adempimenti all’AVCP.
Scritto da Pasquale Annese   
Domenica 19 Gennaio 2014 04:00

Fonte

RIVISTA SCUOLA & AMMINISTRAZIONE - NIKEDITRICE

La domanda è d’obbligo, e sta mandando in fibrillazione le istituzioni scolastiche di tutto il paese prese dall’angoscia di dover ottemperare a precise statuizioni normative rinvenenti dalla legge 6 novembre 2012, n.190, cosiddetta legge anticorruzione, e dal d.lgs. 14 marzo 2013, n.33, cosiddetto decreto trasparenza: devono le istituzioni scolastiche predisporre, adottare e comunicare al Dipartimento della Funzione Pubblica il P.T.P.C. (PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE) ed il  P.T.T.I. (PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L’INTEGRITÀ) Devono conseguentemente nominare un responsabile dell’anticorruzione ed un responsabile per la trasparenza? Le due questioni sono organicamente legate. Vediamo perché.

Confermati, invece, gli adempimenti di pubblicazione sul sito web istituzionale e successiva comunicazione all’AVCP dei bandi di gara e contratti stipulati dal 01.12.2012. Adempimento in scadenza anch’esso il  31.01.2014.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (ADEMPIMENTI GENNAIO 2014 ANTICORRUZIONE-TRASPARENZA finale.pdf)ADEMPIMENTI GENNAIO 2014 ANTICORRUZIONE-TRASPARENZA finale.pdf470 Kb
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Febbraio 2014 08:24 )
 
PENSIONAMENTI ED IMMISSIONI IN RUOLO DEI NEO DIRIGENTI
Scritto da Pasquale Annese   
Venerdì 17 Gennaio 2014 08:44

La nota  prot. n. 2855 reca le indicazioni operative relative al DM  n. 1058 del 23/12/2013, riguardanti  le cessazioni dal servizio del personale scolastico dal 01/09/2014. Essa è pressoché identica, nella forma e nella sostanza, alla CM  n. 98, esplicativa del DM 97/2012 e relativo alle cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2013. Unica novità è il riferimento al DL 101/2013, convertito nella L. 125/2013.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (pensionamenti[1].pdf)pensionamenti[1].pdf137 Kb
 
INCONTRI DI FORMAZIONE SUGLI ADEMPIMENTI ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA
Scritto da Pasquale Annese   
Lunedì 13 Gennaio 2014 06:18

 

DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR

ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE -SINDACALE DIRIGENTI M.I.U.R.

STRUTTURA TERRITORIALE PER LA PUGLIA

Referente Regionale prof.Francesco G.Nuzzaci cell: 335.5226462

 

web site:www.dirigentipuglia.org mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Indice

 

SEMINARIO DI FORMAZIONE

Giovedì 23 gennaio 2014, I.T.C. "Cezzi",Via Don Luigi Sturzo 4,MAGLIE : per  tutti i dirigenti scolastici della provincia di Lecce;

Venerdì 24 gennaio 2014, I.C. di Via Dieta-Sofo, salaBramante, MONOPOLI, c/o  stazione FF.SS. : per tutti i dirigenti scolastici della provincia di Bari;

Lunedì 27 gennaio 2014, I.C. "Alfieri-Garibaldi", Via Galliani, FOGGIA, c/o stazione FF.SS. : per tutti i dirigenti scolastici delle province di Foggia e  BAT;

Martedì 28 gennaio 2014,I.C. n. 2,presso la scuola media "Bilotta", Via Mazzini  2,FRANCAVILLA FONTANA: per tutti i dirigenti scolastici delle province di  Brindisi e di Taranto.

Per programma dettagliato vedere ALLEGATO PDF

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (LOCANDINA.pdf)LOCANDINA.pdf449 Kb
 
ESITO DELL'INCONTRO DELLA CABINA DI REGIA DEL PROGETTO DIRITTI A SCUOLA CON L'ASSESSORE ALBA SASSO
Scritto da Redazione   
Mercoledì 08 Gennaio 2014 07:27

 

Si è svolto in data odierna l’incontro promosso dall’assessorato per il diritto allo studio ed alla formazione della regione Puglia inerente il progetto ‘DIRITTI A SCUOLA’. Presenti, l’assessore regionale Alba Sasso,  la dott.ssa Anna Camalleri ed il dott. Corrado Nappi in rappresentanza dell’USR Puglia, e tutte le organizzazioni sindacali di dirigenti scolastici, docenti e personale ATA. Per la DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR presente il dirigente scolastico Pasquale Annese su delega del Presidente regionale Francesco G.Nuzzaci.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (CABINA DI REGIA DIRITTI A SCUOLA.pdf)CABINA DI REGIA DIRITTI A SCUOLA.pdf232 Kb
 
REGALI INDESIDERATI PER IL 2013. FRUTTI AMARI PER IL 2014
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Martedì 31 Dicembre 2013 05:11

 

Carissimi soci,simpatizzanti e colleghi,

viviamo tempi grami,e non da ora. Ma l’annus horribilis da cui ci congediamo,credo senza rimpianti,ha condensato nella sua fase terminale la nefasta catena degli accadimenti svoltisi nel segno di una perfetta continuità con la dissennata politica dei tagli lineari degli ultimi Governi,che,oltre a mortificare il suo personale,pone le premesse per la distruzione della scuola pubblica.

1-      E’ del 17 dicembre la sentenza della Corte costituzionale, numero 310/13, che ha ritenuto legittima la reiterazione del blocco delle retribuzioni per il personale in regime di diritto pubblico e,a fortiori e per le motivazioni ivi esposte,per quello contrattualizzato,come in effetti già disposto,sino a tutto il 2014,dal d.p.r. 122/13.

Sarà quindi solo ed esclusivamente il pubblico impiego ad accollarsi un persistente sforzo solidaristico, che dura dal 2009, da cui però gli stessi supremi giudici – retribuzione annua sui cinquecentomila euro, benefits inclusi – si erano peritati di autoescludersi con la precedente sentenza 223/12, unitamente ai magistrati ordinari, amministrativi e contabili – retribuzione media annua di centoventimila euro – , nonché agli avvocati dello Stato (che peraltro magistrati non sono): “a tutela e garanzia della loro indipendenza… e per essere al riparo da ogni forma di interferenza”.

Il predetto regolamento governativo ha altresì cristallizzato, sempre ai livelli del 2009, la  già risibile indennità di vacanza contrattuale sino al 2017, prefigurando, in fatto, un ulteriore rinvio dei rinnovi contrattuali e senza possibilità di recupero delle mancate utilità economiche per i trienni 2010/12, 2013/15 – oramai andati in cavalleria – e, presumibilmente, del biennio 2016/17. Perché il meccanismo, dopo l’avallo dell’Alta corte, se non ci sarà un suo revirement, potrà replicarsi ad libitum, bastando l’allegazione di straordinaria  necessità e urgenza riveniente da insopprimibili ragioni di riequilibrio finanziario (lo vuole l’Europa!), e il gioco è fatto.

Se, per gli esimi togati della Consulta, può alterarsi, sino a rompersi, il sinallagma qualità e quantità della prestazione-sufficienza della retribuzione, di questo passo il Governo, ad un tempo legislatore e datore di lavoro, potrà anche sovranamente determinarsi a non pagare più i propri dipendenti, atteso che – dopo la semiclandestina riscrittura dell’articolo 81 della Costituzione e, in parte qua, le integrazioni apportate ai successivi articoli 97,117,119 – la nostra Repubblica è, ruvidamente, (ri)fondata sul pareggio di bilancio, non più sul lavoro, che i padri costituenti, in apertura della Carta, avevano elevato a strumento di progresso personale e sociale, remunerato in proporzione alla sua quantità e qualità, in ogni caso a misura tale da garantire il decoro della professione svolta e un’esistenza libera e dignitosa, per sé e per la propria famiglia.

2-      Preannunciate a soli due giorni di distanza dalla statuizione dei supremi giudici,il MEF ha attivato,con la successiva informativa del 27 dicembre,le procedure di annullamento di tutti gli aumenti corrisposti al personale docente,educativo e ATA sotto forma di scatti di anzianità,già erogati e ora soggetti a restituzione,ancorché autofinanziati con la corrispondente potatura dei già magri fondi in origine destinati al miglioramento dell’offerta formativa, e ovviamente non restituiti alle scuole perché incamerati dall’erario.

3-      Dopo un inverecondo balletto tra la Pentiade rappresentativa della quinta area della dirigenza scolastica,il Miur e il MEF,l’esito che ne è scaturito è stato il non doversi dare corso ai contratti integrativi regionali per le retribuzioni di posizione variabile e di risultato(nonché delle reggenze),spettanti ai dirigenti scolastici e relative all’a.s. 2012/2013,già terminato da quattro mesi!

Qui l’arrogante presa di posizione del MEF va ben oltre lo spirito e la lettera del decreto legge 78/10,convertito nella legge 122/10,che impone sì il blocco delle retribuzioni ai livelli del 2010,ma non la loro decurtazione.

Sicché i dirigenti scolastici,pagando l’ennesimo dazio alla loro sublime “specificità”,sarebbero l’unica categoria che non solo non percepisce aumenti,ma addirittura subisce una diminuzione monetaria della propria retribuzione.E la subisce in contestualità ad un ulteriore aggravio dei suoi carichi di lavoro.

 

4-      Difatti,in seguito alla mancata intesa nella Conferenza Stato-Regioni,dovrà procedersi al dimensionamento della rete scolastica,anche per il 2014/2015,con i parametri di cui alle leggi 111 e 183 del 2011,che prescrivono la media di 1.000 alunni-studenti affinché ogni istituzione scolastica possa conservare la propria autonomia e così avere un suo dirigente e un suo DSGA.

Per cui dopo la cancellazione di 2.500 dirigenze scolastiche se ne prospettano altre 800.

Si dovrà dunque assicurare l’impossibile governo di megaistituzioni frantumate – specie nel primo ciclo,lo snodo più delicato del sistema – in più plessi o sedi e in più comuni,anche distanti tra di loro,senza rimborsi delle reali spese di spostamento,senza l’esonero dei collaboratori,con gli uffici di segreteria progressivamente impoveriti negli organici e composti da soggetti non sempre qualificati,che siano stati sottoposti o meno a riconversioni forzose e sbrigative, perché soprannumerari nelle qualifiche di provenienza e/o docenti inidonei all’insegnamento; e in più non pochi dirigenti dovranno accollarsi la reggenza di scuole sottodimensionate e prive di un DSGA titolare.

Siamo alla follia,ma abbiamo l’obbligo di fermare questa deriva,agendo a tutto campo,se occorre – perché occorrerà – oltre i patri confini,anche promuovendo un contenzioso presso la Corte europea dei diritti dell’uomo,richiamando a supporto proprio quegli articoli della Convenzione che gli stessi magistrati nostrani avevano allegato per la,riuscita,difesa delle loro prerogative – davanti a se stessi! – e chiamandosi fuori da ogni dovere di solidarietà,per contro brutalmente imposto ai comuni mortali del medesimo datore di lavoro

Un imminente ed apposito Consiglio Nazionale definirà i tempi e le modalità per contrastare questo strisciante e montante processo di nostra emarginazione, e delle istituzioni scolastiche di cui siamo i primi,se non esclusivi,responsabili. Ma bisognerà essere artefici del nostro destino, non già elemosinando improbabili benevolenze altrui,come non hanno disdegnato di fare categorie professionali non meno titolate,dismettendo risolutamente,senza particolari patemi d’animo e senza remore,il loro aplomb istituzionale o i loro paludamenti accademici.

Ora tocca a noi. A partire dai livelli periferici dovremo strutturarvi un’organizzazione che possa esprimere quella linfa vitale per la realizzazione degli indirizzi politici definiti dal Congresso nazionale fondativo,tenutosi a Rimini il 14 e 15 dicembre 2013. Si tratterà di rimboccarci le maniche e di sporcarci le mani,credendoci sino in fondo e sino al’’ultimo, per riscattare il nostro persistente stato di figli di un dio minore.

Vi do appuntamento alle assemblee sindacali provinciali e interprovinciali,che ho previsto intorno alla metà di gennaio e di cui vi notizierò per tempo nel dettaglio.

Con l’augurio di un Nuovo Anno più generoso. O meno avaro

Francesco G. Nuzzaci,

segretario regionale DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR della Puglia.

31 dicembre 2013

 

 

 
BUON 2014
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Venerdì 20 Dicembre 2013 06:31

Cari Soci,

chiusa l'estenuante fase del congresso nazionale che ha visto eletto per acclamazione il presidente uscente Attilio Fratta segretario generale, con il 2014 si apre una nuova fase che vedrà l'associazione impegnata su più fronti tra cui quello della formazione ai soci. E' mio intendimento convocare subito dopo le vacanze natalizie l'assemblea regionale per definire i quadri operativi dell'associazione e le iniziative da intraprendere in ambito sindacale, non ultima la formazione ai soci su tematiche di stringente attualità magari segnalate dai soci stessi.

La confermata unità della nostra associazione a livello nazionale e regionale ci consentirà di programmare una capillare azione sindacale sul territorio a vantaggio ed a supporto di tutti i soci. Con l'auspicio che la categoria possa ritrovare una coscienza sindacale oramai sopita auguro a tutti i più sentiti auguri di BUONE FESTE.

IL PRESIDENTE REGIONALE

Francesco G.Nuzzaci

 
CONCLUSO IL CONGRESSO FONDATIVO DELLA DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR
Scritto da Nuzzaci Francesco   
Lunedì 16 Dicembre 2013 07:16

SCUOLA E DIRIGENZA - SENZA VALORIZZAZIONE DELLA DIRIGENZA LA QUALITA’ DELLA SCUOLA E’ UTOPIA

Conclusosi in quel di Rimini il primo congresso fondativo nazionale del neonato sindacato di soli dirigenti scolastici ‘DIRIGENTISCUOLA-CONFEDIR’.  Elette per  acclamazione tutte le cariche istituzionali previste dallo statuto, ed in particolare quella del segretario nazionale nella persona del prof. Attilio Fratta e  quella del presidente del Consiglio nazionale prof. Enzo Ciotola.  Eletti anche in rappresentanza della Puglia la prof.ssa Flavia Ruggiero ed il prof. Simone rispettivamente nella segreteria nazionale e nel collegio dei revisori dei conti.

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 17 Dicembre 2013 07:07 )
Leggi tutto...
 
Altri articoli...


Pagina 5 di 11
free pokerfree poker